Tour De France: Velkommen tilbake (“Bentornata!”)

È tornata! È tornata in gruppo la bandiera norvegese! O meglio, in realtà c’è sempre stata ma, tra vincitori del campionato nazionale appartenenti a squadre continental e scelte cromatiche più che discutibili (vedi quella fatta lo scorso anno dall’UAE-Team Emirates per Stake Laengen. Obbligato a vestire una divisa dove la croce norvegese più che brillare passava decisamente in secondo piano), era da un po’ di … Continua a leggere Tour De France: Velkommen tilbake (“Bentornata!”)

Tour De France: Non solo lancette

Tra i corridori presenti in maglia Katusha-Alpecin alla 106^edizione del Tour de France ce n’è uno che, tolti casco e occhiali, spicca più degli altri, non può proprio passare inosservato. Ha i lineamenti candidi, apparentemente innocenti, la pelle di carnagione chiara, una capigliatura che sotto il sole di luglio produce riflessi accecanti e, soprattutto, un paio di piccoli e vispi occhi azzurri sempre attenti a … Continua a leggere Tour De France: Non solo lancette

Giro D’Italia (Tappa 21): Saluti e stranezze

La vittoria di Chad Haga nella cronometro conclusiva di Verona e i coriandoli rosa che si posano dolci sulle spalle di un incantato e commosso Richard Carapaz hanno fatto calare il sipario sul Giro d’Italia 2019, un’edizione che sotto più aspetti può essere considerata anomala o quantomeno singolare. I pronostici più comuni, le abitudini consolidate, i consueti schemi e, più in generale, regolarità e prevedibilità … Continua a leggere Giro D’Italia (Tappa 21): Saluti e stranezze

Giro D’Italia: La teoria campestre del “Cubanito”

“Il ciclismo è uno sport faticoso e noi, fin da piccoli, in campagna siamo stati abituati a soffrire. È per questo, credo, che si adatta così bene a noi”. Le parole sono quelle, pronunciate qualche tempo addietro, dell’altro ecuadoregno che, a differenza del ben più in vista e richiesto Richard Carapaz, sta correndo anche lui il Giro d’Italia 2019. La sua tesi (quanto mai attuale) … Continua a leggere Giro D’Italia: La teoria campestre del “Cubanito”

Giro D’Italia (Tappa 19): Un sorriso liberatorio!

Togliere il sorriso a Esteban Chaves potrebbe essere una missione impossibile. Sembra, talmente è naturale e gioioso, che ci sia nato con quell’espressione sulla bocca. È un sorriso spontaneo, che parla come parlano i suoi occhi, pieni di vita, gratitudine e cose da raccontare. Negli ultimi mesi però le sue pupille e il suo riso non solo, nonostante l’attitudine e il carattere del colombiano, sono … Continua a leggere Giro D’Italia (Tappa 19): Un sorriso liberatorio!

Giro D’Italia (Tappa 18): Metri da tachicardia!

A Santa Maria di Sala fanno otto su diciotto. Otto sono i tentativi di fuga conclusisi in successo, diciotto sono le tappe del Giro d’Italia 2019 percorse fino a questo punto: matematicamente parlando si tratta del 44,4%, percentuale che sale addirittura fino al 50% se escludiamo le due cronometro disputate a Bologna e San Marino. Ormai dunque non può più considerarsi una sorpresa: l’arrivo vittorioso … Continua a leggere Giro D’Italia (Tappa 18): Metri da tachicardia!

Giro D’Italia: Magica Spagna

Da un punto di vista scenografico le riprese aeree sono probabilmente le più spettacolari. È grazie a queste che si ha infatti il reale riscontro cromatico del gruppo, la resa in immagini dell’idea futurista di mille puntini colorati che si muovono veloci in un’unica direzione. Le vedute dall’alto risaltano i colori accesi delle divise sociali e i contrasti di queste tra di loro e con … Continua a leggere Giro D’Italia: Magica Spagna

Giro D’Italia (Tappa 16): Stilettate alle gambe in una cornice camaleontica

La prima volta che senti tirare davvero le gambe è al tornante 28 (dei 33 che in senso decrescente caratterizzano l’intera salita), quello dei polacchi, ieri tutti per Rafal Majka. È un bruciore che parte dal tallone e poi avvampa per il polpaccio e risale con meno intensità verso gli adduttori. Lo avverti quando la pendenza è cattiva, la strada si impenna e l’inerzia ti … Continua a leggere Giro D’Italia (Tappa 16): Stilettate alle gambe in una cornice camaleontica

Giro D’Italia (Tappa 15): Domenica sul Ghisallo

“Che giro facciamo questa domenica?” “Un’ottantina di chilometri con qualche salita può andar bene?” “Ok, ma a quali avevi pensato?” “Beh, ci sarebbero Sirtori, Lissolo, Colle Brianza…qualcuna di queste. E poi volendo ci sarebbe il Ghisallo” Già il Ghisallo. Quando i tanti ciclisti della pianura lombarda, urbani e non, pensano al proprio itinerario per l’uscita domenicale il nome del Ghisallo esce spesso e con forza. … Continua a leggere Giro D’Italia (Tappa 15): Domenica sul Ghisallo