fbpx
Granfondo Kask Soave MTB 2019

Percorrendo l’autostrada A4 in direzione Trieste attorno al km 300 è facile cadere in distrazione, o meglio, è difficile restare indifferenti a quello che velocemente scorre ai fianchi delle carreggiate in asfalto: distese di viti punteggiano il profilo morbido di colline rigogliose, linee bianche di terra solcano i pendii e le terre di campagna, trattori e contadini dalle mani forti si affaccendano nel verde mentre rovine, castelli e cipressi macchiano di tanto in tanto le alture dando un tono di nobiltà vissuta allo scenario.

In mezzo a un simile quadro la voglia di rallentare e respirare appieno il clima bucolico di questo angolo del veronese, tastando con mano i prodotti di una terra tanto ricca e lasciandosi ubriacare lentamente dalla bellezza del paesaggio, è praticamente irrefrenabile. L’uscita Soave-San Bonifacio diventa allora il primo e più immediato passe-partout per prendersi una pausa dai ritmi frenetici della quotidianità e immergersi, testa e corpo, in un contesto storico, naturale ed enogastronomico altamente stimolante e suggestivo.

Il modo migliore per assaporare e vivere esaustivamente ciò che quest’area ha da offrire è in bicicletta: attraverso strade poco trafficate ma soprattutto sentieri e strade sterrate, la zona di Soave si apre in tutto il suo splendore conducendo agevolmente tutti, dalle famiglie agli agonisti, verso angoli e scorci unici nel loro genere.

A suggellare questo connubio vincente fra bici e territorio vi è la Granfondo Kask Soave MTB, gara inserita nel circuito Prestigio MTB e giunta ormai alla diciannovesima edizione, che il prossimo 26 maggio lungo un percorso di 50 chilometri e 1600 metri di dislivello abbraccerà quello che è stato riconosciuto come il primo paesaggio storico-rurale d’Italia nel 2012 dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

Lungo le salite e le discese da Bocca Scalucce, monte Garzon, la Ferrara e Luamari i partecipanti potranno mettersi alla prova con le difficoltà di un tracciato tecnico che l’anno scorso ha visto imporsi Stefano Dal Grande (Bottecchia Factory Team) e Mara Fumagalli (Focus XC Italy) e che anche quest’anno vedrà la sua conclusione in quel di Soave, paese che, assieme alla rete vinicola circostante, nel 2018 è stato riconosciuto dalla FAO come patrimonio dell’umanità per l’agricoltura, il primo in Italia legato alla viticoltura.

Immancabile dunque per i vincitori (e non solo) sarà festeggiare la propria fatica con un calice dei rinomati Soave DOC e Soave Classico, un piacere che però non sarà per i soli protagonisti della competizione domenicale. Il vino, in accompagnamento ai prodotti gastronomici locali, infatti sarà al centro di diverse attività collaterali previste per domenica come anche per sabato 25 maggio, quando per il secondo anno consecutivo andrà in scena la Gravel Kask Soave, una pedalata amatoriale aperta a tutti che vedrà presente al via anche il due volte vincitore del Giro d’Italia (nel 2006 e nel 2010) Ivan Basso e che si svilupperà su due percorsi: uno lungo da 114km e uno breve da 55km.

Assistiti da Bianchi (gold sponsor dell’evento assieme a Giordana, Pirelli e KOO), abbiamo avuto modo di percorrere per lunghi tratti su quest’ultimo coprendolo quasi nella sua interezza. Dopo la parte iniziale fino a Ronco all’Adige, il tracciato si sviluppa lungo le anse del fiume da cui si ha un’ottima vista sulle colline attorno a Soave per poi dirigersi verso nord attraverso i vigneti caratteristici della zona. Circondati dai filari senza fine apparente, si procede allora in direzione Colognola ai Colli e poi Illasi, il cui castello in cima alla collina cattura subito l’attenzione. Salendo alla volta di quest’avamposto medievale la vista (anche grazie alla pendenza non troppo impegnativa) lascia davvero senza fiato, una sensazione che accompagna la pedalata anche nella panoramica e bella discesa verso Costeggiola, da cui il passo per giungere nuovamente a Soave e al suo castello è breve.

A prescindere quindi dalla formula scelta, quella del weekend 25-26 maggio sarà per tutti un’imperdibile opportunità per vivere e scoprire ognuno al proprio ritmo le innumerevoli meraviglie del Soave, spaziando dalla natura alla storia fino alle curiosità agroalimentari, il tutto all’insegna dello sport e della bicicletta.

Di seguito il programma completo della Granfondo Kask Soave 2019 e tutti i riferimenti web per informazioni e iscrizioni:

SABATO 25 MAGGIO 2019
Ore 07.00 – 08.00Registrazioni Gravel KASK Soave
Ore 08.00 – 09.00Partenza Gravel KASK Soave   Ospite speciale: Ivan Basso
Ore 11.00 – 18.30Soave Bike Expo
 Truck Street Food
 Musica in collaborazione con Radio Number One
 Bianchi Bike Test
 Ritiro pettorali e Welcome Kit Granfondo KASK Soave MTB
 Percorso bambini    
ATTIVITA’ EXTRADal Soave alla Valpolicella allargata Adventure in green-car twizy
Ore 09.00 – 14.30Dal Soave alla Valpolicella allargata  
Ore 09.00Tour guidato al Giardino dei Semplici  
Ore 14.00Medieval Safari in green-car twizy Alla conquista del castello  
Ore 16.00Visita guidata con degustazione
Ore 17.00Alla cantina di Soave Borgo Rocca Sveva
DOMENICA 26 MAGGIO 2019
Ore 07.00 – 08.30Ritiro pettorali e Welcome Kit Granfondo KASK Soave MTB
Ore 07.00 – 16.30Soave Bike Expo
Ore 09.15Partenza 19° Granfondo KASK Soave MTB
Ore 11.30Flower Ceremony   presso Porta Verona
Ore 12.00Pasta Party by Giovanni Rana
Ore 14.30Premiazioni 19° Granfondo KASK Soave MTB    

Photo credit: GF KASK Soave MTB.

Si ringraziano LDL Cometa, Comune di Soave, Kask, Bianchi, K∞, Giordana e Best Western Hotel Soave per la disponibilità e il supporto logistico.

Annunci
prev
next

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: